SERVIZI DI CONSULENZA AZIENDALE AGRICOLA E FORESTALE

La riforma della Pac del 2003 ha introdotto alcune fondamentali novità, tra cui la condizionalità, ovvero l’obbligo del rispetto di una serie di norme in materia di ambiente, benessere degli animali e sanità pubblica.

Per sostenere gli agricoltori in questo sforzo di cambiamento, l’Ue per “aiutare gli agricoltori a conformarsi ai requisiti di un’agricoltura moderna e di alto livello qualitativo ” e “sensibilizzare e informare gli agricoltori sui flussi materiali e  sui processi aziendali che hanno attinenza con l’ambiente, la sicurezza alimentare, la salute e il benessere degli animali”. ha deciso l’istituzione, da parte degli Stati membri, in via obbligatoria a far data dal 1° gennaio 2007, di un “sistema di consulenza aziendale” cui potranno accedere, volontariamente, gli imprenditori agricoli e forestali (art. 13-15, Reg. CE 1782/2003).

I servizi di consulenza dovranno garantire, quale livello minimo, la verifica della rispondenza ai requisiti obbligatori per la condizionalità ovvero Criteri di Gestione Obbligatori (CGO) e le Buone Condizioni Agronomiche e Ambientali (BCAA) e di quelli in materia di sicurezza sul lavoro.

Questa parte della consulenza viene normalmente definita audit aziendale. Attraverso l’audit aziendale gli imprenditori agricoli e forestali saranno informati circa i flussi materiali, i processi produttivi, le attrezzature, l’organizzazione del  lavoro  che  si realizzano a  livello aziendale,  proponendo gli interventi necessari al conseguimento di una gestione sostenibile sia sotto il profilo ambientale che economico.

Oltre al livello minimo, la consulenza potrà ampliarsi a tutti gli aspetti tecnico-economici della gestione aziendale (consulenza globale) con l’obiettivo del miglioramento del rendimento globale dell’azienda. Sono infatti previste, in funzione delle specificità aziendali, attività di consulenza differenziate e più precisamente:

– consulenza finalizzata all’adozione di innovazioni tecniche di prodotto e di processo, all’integrazione di filiera, al miglioramento gestionale e organizzativo dell’azienda, alla salubrità degli alimenti e al miglioramento e alla valorizzazione dell’ambiente e del paesaggio e alla corretta applicazione dei criteri e degli indirizzi di gestione forestale sostenibile;

– consulenza finalizzata ad interventi di collaudo dell’innovazione e di riconversione e/o riorganizzazione produttiva indirizzati alla qualità e al mercato.

 

CONTENUTI E FINALITÀ DEL PROGETTO DI AVVIO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA

 

La Cooperativa Servizi & Formazione è ben consapevole che il rilancio dell’agricoltura della Regione Calabria deve passare attraverso la puntuale conoscenza di esigenze e potenzialità del territorio, e che pertanto, occorre attivare tutte quelle azioni tese a favorire lo scambio e la circolazione delle conoscenze e delle informazioni tra tutti gli attori di un sistema territoriale che deve diventare virtuoso, e soprattutto mediante l’adozione di progettualità condivise ed in collaborazione con partnership motivate.

L’obiettivo che il progetto si prefigge è quello di creare un  servizio di consulenza aziendale in materia agricola-forestale sia territoriale che on-line.

Tutto ciò verrà realizzato ampliando e potenziando il gruppo tecnico di lavoro ed implementando il

portale telematico di cui la Cooperativa già  dispone, mediante il quale attraverso un form specifico saranno forniti i seguenti servizi:

  consulenza relativamente alle norme obbligatorie (CGO e BCAA) in materia di condizionalità ambientale, di sicurezza sul lavoro e criteri di gestione forestale obbligatori e buone pratiche forestali e silvo-colturali;

  nuovi processi produttivi e innovazioni tecniche

 

 consulenza tecnica di prodotto, connessa anche alle attività di trasformazione e commercializzazione;

  assistenza alla gestione e agli investimenti

 

  consulenza di mercato e orientamento commerciale;

 

  consulenza per risparmio energetico e produzione di energia in azienda;

 

 consulenza per sviluppo delle nuove funzioni economiche, ambientali e socio-culturali dell’azienda agricola e forestale.

Si è deciso di creare un portale telematico in materia agricola al fine di fornire un servizio di consulenza

 

che sia fruibile non solo dal singolo produttore, ma da chiunque vi abbia interesse.

L’intento è quello di creare una rete tra le varie aziende, un vero e proprio spazio virtuale in cui sarà possibile:

 

  1.           conoscere le imprese in termini di anagrafica e di attività;

 

  1.           conoscere tutte  le opportunità esistenti  in un dato periodo storico  per la crescita dell’azienda;
  2.           scambiare buone prassi in termini di tecniche colturali, di difesa biologia, di potatura metodologie di produzione agricola biodinamica, etc.

 

Parallelamente  il progetto prevede  la predisposizione di  un  Regolamento  per le Attivita’  di Consulenza indicante i costi delle prestazioni offerte nel caso in cui le aziende, non godendo di incentivi/voucher regionali, vogliano avvalersi “privatamente” della professionalità degli esperti del progetto.

Il servizio di consulenza interattivo cercherà di ASSISTERE CIRCA 500 AZIENDE, monitorando in media 40 aziende al mese, per l’arco di tempo di durata del progetto ossia dal 30 Settembre 2019 al 30 Settembre 2020. Le aziende su cui si cercherà di concentrare il SERVIZIO DI CONSULENZA SARANNO QUELLE RICADENTI NELLE “ZONE SVANTAGGIATE E MONTANE” OSSIA NELLE AREE C E D COSÌ COME INDIVIDUATE NEL PSR.

FASI OPERATIVE e RELATIVO CRONOPROGRAMMA

 

PRIMA Fase: Individuazione del campione di aziende.

 

Saranno individuate preferibilmente aziende che potrebbero avere un trend di sviluppo anche modesto e circoscritto nell’ambito locale, purchè ricadenti nelle aree C e D del PSR. A tal fine saranno contatti studi professionali, associazioni di  categoria, e saranno analizzati i BUR in modo da individuare le aziende beneficiarie di voucher e/o incentivi ricadenti nel PSR.

 

SECONDA FASE: Produzione di un potenziale QUESTIONARIO / DOSSIER con allegato una

 

SCHEDA ANAGRAFICA, una SCHEDA TECNICA ed un REPORT di CONSULENZA INDIVIDUALE .

 

Redatta la lista delle aziende per ciascuna di esse sarà predisposta:

 

  1.           una specifica SCHEDA ANAGRAFICA, i cui dati possono essere estrapolati da una semplice visura camerale aggiornata e il cui format può essere reperito da qualche buona prassi esistente su qualche sito di studi e/o associazione di categoria;
  2.           una specifica SCHEDA TECNICA, contenente indicazioni inerenti di cosa l’azienda si occupa, che produzioni effettua, cosa ha fatto fino ad ora, che cosa vuole fare in termini di espansione e risparmio energetico ed economico;
  3.           uno specifico “REPORT di CONSULENZA INDIVIDUALE” in cui vengono descritte: la storia dell’azienda, le potenzialità e quello che dovrebbe essere il suo percorso “ideale di crescita”.

 

TERZA FASE: Uscita sul territorio, raccolta dati, aggiornamento portale telematico.

 

Visita dell’azienda ed intervista al titolare finalizzata alla compilazione della Scheda Anagrafica e della Scheda Tecnica. Dopo la  raccolta dei predetti dati lo staff di tecnici elaborerà una sorta di “Report di Consulenza” in cui verranno formalizzati oltre ai dati storici, quelle che sono le potenzialità, le migliori soluzioni in termini di crescita tecnica e gestionale, nonché le opportunità in termini di incentivi regionali, statali etc di cui le stesse potrebbero usufruire.

Sul portale telematico, mediante apposita password e previa autorizzazione dell’azienda agricola potrà essere inserita la scheda anagrafica e la scheda tecnica, nonché, le principali opportunità in termini di incentivi di qualsiasi natura e tipologia; sarà possibile altresì interagire con i vari tecnici (forum) che hanno condotto il servizio di consulenza.

 

QUARTA FASE: Redazione Report Finale e Disseminazione dei Risultati

 

Redazione del Report Finale sotto forma di opuscolo che verrà distribuito alle varie aziende agricole coinvolte nel progetto, agli enti locali, alle associazioni di categorie e a tutti i soggetti operanti nel settore agricolo/forestale. 

I risultati finali verranno presentati in un apposito seminario finale.

 

FASI CRONOPROGRAMMA

Operatività (1 anno)

Sett. 2019 Otto. 2019 da Novembre 2019 ad Agosto 2020 Sett. 2020
1. Individuazione Campione
2. Produzione Dossier
3. Uscita sul territorio
4. Report finale

 

 

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart
error: Content is protected !!